In alcuni luoghi dell’Asia, per catturare alcune varietà di scimmie usano una trappola molto particolare.

A un albero viene attaccata una scatola con un foro circolare che permette alla mano aperta della scimmia di accedere all’interno. Dentro la scatola viene introdotto un alimento che la scimmia considera una prelibatezza, e a quel punto non c’è che da aspettare.

Dopo un po’ appare una scimmia che per prima cosa ispeziona il posto, dopodiché introduce poco a poco la mano nel foro per afferrare il cibo. Quindi, tenendo ben stretta la leccornia, cerca di tirare fuori la mano, che però, stretta intorno al cibo, non riesce a uscire dal buco.

A quel punto i cacciatori escono dal nascondiglio e con straordinaria facilità catturano la scimmia.

 

Noi esseri umani siamo un po’ simili a quella scimmia: ci costruiamo un’identità, una personalità, una rappresentazione di noi stessi e ce la teniamo ben stretta, non vogliamo lasciare la presa. E anche se la vita ci dice che per conservare la nostra vera libertà dobbiamo cambiare, trasformarci, noi non lo facciamo.

 

barra-300x6

Estratto da…

Cambiare vita - Reinventarsi


Giorno dopo giorno setaccio il web, alla continua ricerca di idee e casi studio interessanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Contattaci subito con Whatsapp!