C’è sempre chi vorrebbe cambiare professione e chi sta cercando il suo primo lavoro .

Per aiutare queste persone abbiamo raccolto, tramite diverse fonti autorevoli, alcuni dati e informazioni utili per cercare di darvi dei consigli concreti a riguardo e stilare una lista delle migliori professioni del 2015.

 

Premessa

Il fabbisogno occupazionale di un paese o sistema economico è determinato in via principale dalla congiuntura di carattere economico/finanziario di quel particolare momento storico. Il mercato del lavoro è forse l’ambito più suscettibile a questo genere di variazioni: professioni che oggi sono molto ricercate dalle aziende potrebbero non esserlo più nell’arco di 12 mesi o poco più. Questo determina un fattore preponderante soprattutto dal lato dell’offerta : la flessibilità.

Questa variabilità che colpisce il mondo del lavoro, in ogni caso, vale anche per il lato della domanda: i trend generali sono lanciati da alcune aziende leader, le cui mosse sono “copiate” da aziende di dimensioni più piccole che ne seguono le orme. Questo genere di discorsi vale non solo per i processi produttivi e i prodotti effettivi ma anche per la ricerca di determinate professionalità.

Un esempio? Il marketing. Coerentemente con la crescita d’importanza dell’area commerciale, le imprese si attrezzano in modo nuovo per supportare la vendita dei propri prodotti: uno dei canali di pubblicizzazione, in chiave marketing, dei servizi beni offerti da un azienda è rappresentato dai social network. Lo sviluppo delle figure di social marketer, web content specialist, digital marketer e via dicendo segna l’importanza crescente delle attività di marketing online e delle professioni connesse.

Un altro esempio di professioni in via di sviluppo è quello dei cosiddetti operatori di customer center, ossia gli addetti alla clientela. Professioni di questo genere stanno assumendo sempre maggiore importanza proprio a causa dello spostamento del rapporto col cliente da un luogo fisico a quello online.

 

Non si tratta solo di mode e trend, col tempo cambiano le esigenze delle imprese e, in generale, quelle dell’intero mercato del lavoro.L’ ISFOL (Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori) p.es. segnala che tra le professioni più richieste nel 2015 ci saranno:

– tra i lavori a bassa specializzazione: addetti ai servizi di pulizia e igiene e i lavori di assistenza socio-sanitaria di primo livello (badanti, colf ecc);

– tra le professioni a media qualificazione: emerge personale di segreteria e di CRM (cura del cliente);

– tra i lavori ad alta specializzazione: tecnici in ambito fisico-matematico (priorità all’informatica ) ed esperti in materie finanziarie e assicurative.

 

Restano dubbi sul trend per le professioni legate al mondo agricolo: se da una parte “tira” molto l’aspetto BIO e del “mangiar bene” (quality assistant, consulente di benessere, naturopata, ecc.), dall’altra il settore registra un trend negativo nei settori secondario e terziario.

 

Significativo anche il mondo degli “avvocati”, dove da un lato l’offerta è elevatissima e migliaia di ragazzi continuano ad iscriversi alle facoltà di giurisprudenza, provocando un ingolfamento del settore, ma dal altro punto di vista il legale è sempre molto richiesto ed ha una preparazione tale che gli permette di muoversi in tanti diversi ambiti, purchè si abbini a grande flessibilità, dando vita addirittura a nuove figure professionali.

 

Sul lato dell’offerta, cala la disponibilità di figure professionali come operai specializzati e in genere lavoratori a media specializzazione nei settori metalmeccanici ed industriali.

 

Nell’attuale società acquisisce sempre maggior importanza la cosiddetta cultura del benessere, e tutte le aziende stanno premendo sul fattore motivazionale e del benessere in ambito lavorativo, consapevoli che questi due fattori sono determinanti per incrementare il valore o l’appetibilità del proprio brand e la produttività dei propri lavoratori.

Difatti formazione, coaching,  training, crescita e miglioramento personale diventano aspetti fondamentali.

L’ esempio di successo per eccellenza è quello di Google, azienda che grazie ad elevati standard di benessere forniti ai suoi dipendenti, costantemente motivati da incentivi ed altri benefici di carattere lavorativo/sociale, si è guadagnata il primo posto al mondo di migliore azienda nella quale lavorare.

Nella classifica dei “Best places to work” di Glassdoor è interessantissimo rilevare come le aziende ad “alta tecnologia” la facciano da padrone, anche a discapito di colossi come Nike, Ford, Toyota che si trovano più in basso (sempre eccellenze ma da migliorare nelle relazioni coi propri dipendenti).

 

Anche per questo cambiamento sociale sono nate nuove figure professionali, da inserire all’interno degli uffici del personale per studiare trend di permormance, di motivazione e di benessere sul luogo di lavoro (Career Coach, Business Trainer, ecc.)

Per concludere questa doverosa premessa e passare ai dati raccolti , possiamo confermare che i trend del mercato del lavoro sono sempre fortemente influenzati dai trend sociali e culturali che cambiano il nostro modo di vivere.

Professioni

che richiedono un’istruzione di livello superiore

  • Marketing Executive
  • Sviluppatore di Software, Applicazioni
  • Infermiere
  • Ingegnere industrial e gestionale
  • Amministratore di Network and Computer System
  • Sviluppatore Web
  • Medical and Health Services Manager
  • Fisioterapista
  • Logopedista
  • Sales Manager

che non richiedono un’istruzione di livello superiore

  • Autotrasportatore
  • Merchandiser
  • Inserviente
  • Rappresentante Vendite
  • Manager Acquisti
  • Medical Records and Health Information Technician
  • Telemarketer
  • Dimostratore e Product Promoter

 

Lauree più richieste

  • Economia
  • Ingegneri elettronici e dell’informazione
  • Ingegneri industriali
  • Altri indirizzi di ingegneria
  • Lauree per l’insegnamento della formazione
  • Laure di indirizzo sanitario-paramedico
  • Scienze della comunicazione.

 

Diplomi più richiesti

  • Indirizzo amministrativo-commerciale
  • Turistico-alberghiero;
  • Indirizzo meccanico.

Alcune professioni e attività in crescita

  • Corsi on line
  • Programmatore Android
  • Chef
  • Web designer
  • Life coach
  • Esperto in comunicazione
  • Copywriter

Insomma è ora di mettersi al lavoro, prima di tutto su se stessi, identificando le proprie caratteristiche principali cercando di migliorarle ancora di più, ma con l’obbligo di aggiungere alle nostre capacità quella di forte spirito di adattamento che ci permetterà di essere adeguati alle continue e sempre mutevoli circostanze della nostro momento storico; un’epoca che ci costringe a grandi cambiamenti ma ci permette pure di re-inventarci e magari ideare nuove sconosciute professionalità.

 

L’unico modo di fare un gran bel lavoro è amare quello che fate. Steve Jobs

 

Fonti: CareerBuilder, EMSI, Glassdoor, pixabay

Il cambiamento mi affascina sotto tutte le sue forme e dopo tante diverse esperienze ed una appassionata formazione ho imparato a guardare sempre oltre… Un background tecnico ed una spolverata di Ingegneria mi hanno permesso di equilibrare la mia creatività, ricoprendo tutti i ruoli commerciali in realtà locali e multinazionali. Autore di diverse pubblicazioni sono alla continua ricerca di soluzione innovative

1 commento

LifeCoach · 08/11/2018 alle 12:22

Mi fa piacere trovare il Coaching tra gli ambiti più richiesti in cui formarsi per corrispondere le aspettative del nuovo mercato del lavoro. Si tratta di un percorso che può tornare utile sia per aprire una propria attività come Coach sia per migliorarsi nel settore in cui si lavora. Un ottimo consiglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Contattaci subito con Whatsapp!