Formazione 2019 e scambio in Europa

Progetti di formazione 2019 e scambio delle attività. Ecco qui i progetti che potranno usufruire di finanziamenti europei attraverso Erasmus Plus, il programma dell’Unione Europea iniziato adesso con la pubblicazione dei bandi.

I fondi disponibili per il 2019 sono di ben 2,7 miliardi di euro, suddivisi in diverse scadenze e progetti, comunque relativi a sostegno dell’istruzione, formazione, gioventù e sport. L’Unione Europea vede come traguardo per il 2020 in maniera primaria:

  • migliorare il livello delle competenze e delle abilità fondamentali attraverso la cooperazione tra enti di formazione e imprese;
  • promuovere qualità, innovazione, eccellenza e internazionalizzazione per istruzione e formazione;
  • realizzare uno Spazio europeo dell’apprendimento;
  • rendere più interessante e completa la formazione professionale.

Obiettivi previsti per completare la formazione 2019

Progetti chiave in tre punti vorrebbero far raggiungere gli obiettivi:

  1. mobilità individuale ai fini dell’apprendimento attraverso scambi all’estero per persone di ogni età;
  2. cooperazione per l’innovazione e le buone pratiche realizzata mediante forme di partenariato tra organismi complementari e finalizzata a creare iniziative congiunte, a sperimentare metodologie innovative nei percorsi formativi e allo scambio di know-how;
  3. sostegno alla riforma delle politiche ed implementata sulla base di analisi di contesto, scambio di buone prassi e introduzione di strumenti di trasparenza.

Proposte per accedere ai contributi dei finanziamenti alla formazione

Erasmus Plus è aperto a qualsiasi organizzazione attiva nel campo dell’istruzione, della formazione e della gioventù o in altri settori socio-economici, come alle organizzazioni che svolgono attività trasversali a diversi campi.

Per l’Italia le attività decentrate, non affidate direttamente all’Unione Europea, sono affidate a Indire (Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa), Inapp (Istituto nazionale per l’analisi delle politiche pubbliche) e ad Ang (Agenzia nazionale per i giovani).

Sui diversi siti web troverete ogni informazione e i semplici moduli in formato elettronico da compilare. Tutte le istruzioni sono complete e chiare.

Imprese coinvolte nella formazione aziendale

imprese-erasmus-2019-formazioneAnche le imprese potranno richiedere i finanziamenti, realizzando sinergie fra il mondo del lavoro e l’istruzione.

Sarà quindi possibile testare sul campo i curricula formativi, colmando così una delle lacune più importanti delle scuole di ogni ordine e grado, la scarsa o nulla preparazione per il mondo del lavoro reale.

Il programma Erasmus Plus, poi, offirà anche ai dipendenti la possibilità di accrescere le competenze susufruendo di programmi di mobilità all’estero, ospitati da aziende e istituti di formazione aderenti.

In questo caso la teoria è assolutamente perfetta, bisognerà vedere la disponibilità, in pratica, dei datori di lavoro. I più moderni, infatti, già se ne preoccupano a proprie spese. Le piccole imprese familiari italiane, invece, lo vedono un progetto un po’ difficile da seguire, indipendentemente dai finanziamenti. Specie quando sono convinte che loro stessi sono la formazione, e hanno mandato avanti bene l’azienda negli ultimi 40 anni: credono di non avere alcun bisogno di nuove idee e programmi. E questo l’Unione Europea non lo poteva certo immaginare.

Vedremo i risultati!

Intanto vi consigliamo sempre una breve escursione nel nostro deposito di formazione online, il sito web Different Academy, dove troverete ogni genere di formazione disponibile, anche e soprattutto a distanza, a prezzi assolutamenti competitivi, e spesso anche formazione gratuita.

Link a Different Academy

Link a Erasmus Plus

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci subito con Whatsapp!